La Grande Muraglia senegalese

Il progetto per la costruzione di una Grande Muraglia di alberi che fermi l’allargamento verso sud del deserto è in una situazione di stallo. I Paesi interessati dal progetto della Muraglia, che potrebbe arginare il problema – Senegal, Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger, Nigeria, Sudan, Eritrea, Etiopia, Ciad, Gibuti – stentano a trovare un accordo. Nel 2011, durante la “Giornata mondiale per la lotta alla desertificazione”, i rappresentanti dei governi africani si sono incontrati a N’Djamena, in Ciad, per costruire una Agenzia Panafricana di coordinamento del progetto: ogni Paese partecipante avrebbe dovuto gestire autonomamente il sistema articolato in parchi agroforestali, zone agricole e aree dedicate alla pastorizia.Da allora la situazione arranca. Eppure non è un mistero per nessuno che dal 2005 la situazione è pessima: tutta la zona del Corno d’Africa è teatro della peggiore crisi alimentare degli ultimi 30 anni, a causa della lenta ma inesorabile avanzata del deserto che inghiotte i terreni rimasti fertili.

Ma le opere concrete non sono state ancora messe realmente in atto..

Info: La Grande Muraglia Senegalese.