Gli stranieri invecchieranno in Italia

Secondo il 47° rapporto del Censis sulla situazione sociale del Paese, gli immigrati passeranno da badanti a badati nel giro di qualche decennio

Gli immigrati di età superiore ai 64 anni rappresentano fino ad oggi una componente del tutto residuale della popolazione: nel 2011 erano appena 86.707. Malgrado siano cresciuti del 91% negli ultimi otto anni, essi rappresentano solo lo 0,7% del totale degli anziani che vivono in Italia e il 2,3% del totale degli stranieri. Ma lo scenario è destinato a cambiare: nel 2020 gli anziani saranno circa 315.000 e rappresenteranno il 4,4% della popolazione straniera, nel 2040 saranno oltre un milione e mezzo e rappresenteranno il 13,7% degli stranieri e intorno al 2065 si avvicineranno ai 3 milioni, rappresentando il 22,7% del totale degli stranieri e il 16,1% degli anziani residenti in Italia.

 Il comunicato stampa del Censis qui.