Altre storie

L’associazione nasce per narrare la Dakar di oggi, il Senegal moderno e dinamico, in via di trasformazione, nella relazione stretta che intrattiene con l’Europa, con Roma.

Lo scambio tra Roma e Dakar è già una realtà di tutti i giorni. I vantaggi o gli svantaggi di tale fenomeno dipendono soltanto da noi e dalle nostre scelte. Costruire un ponte concreto tra Roma e Dakar è il nostro obiettivo principale

Il progetto Roma-Dakar organizza una serie di eventi culturali ad hoc: esposizioni, proiezioni, rassegne, spettacoli, concerti sul tema del lavoro migrante, sulla sua storia, sulle sue contraddizioni.

Abbiamo dedicato la Festa di Santo Stefano a tutti i senegalesi, i gambiani, i guineiani e gli africani residenti a Roma. Tre importanti gruppi musicali senegalesi si sono esibiti per la prima volta insieme sullo stesso palco, nella meravigliosa cornice del circolo Angelo Mai. Il concerto, a ingresso gratuito, è stato offerto a tutti i lavoratori migranti, in particolare a quelli che cercano sostegno e collaborazione nei loro progetti di ritorno e di reinserimento nei paesi di origine.

Guarda qui la locandina

Alla bottega Kinkiliba, gestita dal grande artigiano e artista Ndiasse Birama, abbiamo proiettato tutte le partite della coppa d’Africa, ovviamente tifando Senegal!

Vedi qui  la notizia.

Siamo stati invitati a LOGOS, il festival dei libri e della parola che si tiene ogni anno presso la Ex-Snia. Titolo dell’incontro: Il tempo del viaggio. Tunisia- Italia solo andata e a volte ritorno. Presentazione del libro di Marta Bellingeri, Il sole splende tutto l’anno a Zarzis.

Il libro è una riflessione sul tempo del viaggio a partire da un dettagliato reportage che racconta le esperienze dei giovani tunisini partiti alla volta dell’Europa nel 2011. Si è parlato di rotte dell’immigrazione, frontiere, muri e tempi che si dilatano a volte in maniera impensabile, fino ad analizzare il fenomeno nuovo e ancora scarsamente raccontato dei “flussi al contrario”, ovvero di coloro che decidono di rinunciare al progetto migratorio per fare spontaneamente rientro in patria. Hanno partecipato all’incontro l’autrice Marta Bellingeri e l’avvocato Luca Santini dell’associazione Roma-Dakar

Vedi qui la notizia.

Abbiamo poi partecipato a Milano, presso la fiera dell’Expo, alla Settimana del Senegal in Italia, importante occasione di incontro sulle opportunità di investimento e commerciali offerte dal Senegal. Nella prima giornata, alla presenza del presidente della Repubblica senegalese Macky Sall, si è tenuto un forum economico, a cui hanno preso parte istituzioni, attori economici, imprenditori, associazioni. Anche l’associazione Roma-Dakar ha partecipato all’evento portando in particolare il proprio contributo nell’ambito della Journée de la Diaspora di domenica 26 luglio.

Vedi qui alcune foto.

Abbiamo portato, tramite Ousmane Ndiaye del progetto Roma-Dakar,  il nostro contributo a un seminario dell’IFAD (Fondo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Agricolo) in cui si è discusso di un programma per l’investimento della diaspora senegalese e marocchina in progetti d’agricoltura per i giovani nelle zone rurali del Senegal e del Marocco.